Regole del gioco

Il gioco
L’unihockey è un gioco molto veloce, intenso e tecnico, non si disdegna neppure l’uso del corpo per contrastare gli avversari. Il bastone non va alzato prima o dopo il tiro oltre l’altezza dell’anca. La pallina va sempre controllata con la paletta sotto l’altezza del ginocchio. È consentito un solo tocco con il piede, ma non sono consentiti i passaggi di piede ed è pure infrazione toccare la pallina con le mani. Non è inoltre ammesso colpire, bloccare, sollevare o calciare il bastone dell’avversario e naturalmente non si può colpire nemmeno gambe o piedi. Per infrazioni gravi i giocatori vengono espulsi per alcuni minuti (2′-5′-10′) di gioco costringendo così la squadra a giocare in inferiorità numerica. In generale tutte le situazioni che creano pericolo ai giocatori sono vietate e, soprattutto inizialmente, la regola più importante è quella del buon senso. Le infrazioni vengono punite con un tiro di punizione dal luogo in cui vengono commesse e gli avversari devono restare almeno a 3 metri (per il campo grande) o 2 metri (per il campo piccolo) dal punto in cui viene battuta la punizione. Se l’infrazione viene commessa dietro le porte si batte dai punti d’ingaggio laterali. Ogni volta che la pallina esce lateralmente (sopra le balaustre) viene rimessa in gioco con un tiro di punizione dal punto più vicino a dove essa è uscita, fatta eccezione per il caso in cui esce dietro le porte, nel quale si procede come nelle infrazioni.
Per iniziare a giocare a floorball – unihockey vi basta anche un semplice campetto da basket o volley all’aperto o ancora meglio una palestra con fondo liscio. Serve un abbigliamento normale: pantaloncini, maglietta e scarpe da ginnastica. Si usano dei bastoni e una pallina di materiale sintetico ed estremamente leggero.
Le regole
Il campo da gioco: I campi ufficialmente sono di due misure: 24x 14 il campo piccolo e 40 x 20 il campo grande. Sul primo partecipano 3 giocatori (detti di movimento) più un portiere, sul secondo 5 giocatori più un portiere. Data l’intensità del gioco diventa fondamentale avere più giocatori da sostituire ogni minuto. Le porte ufficiali hanno queste misure: 115 centimetri di altezza e 160 di larghezza.
L’area protetta è riservata al solo portiere: Nell’area del portiere (l’area più grande, 4×5 m) possono entrare anche i giocatori ed indica il limite in cui il portiere può toccare la pallina con le mani, basta che il portiere tocchi con una parte del suo corpo l’area. L’area protetta, invece, è destinata solo al portiere, nessun altro giocatore può entrarci, è però possibile giocare la pallina con il bastone, in quest’area.
Grandezza delle squadre: Una squadra è formata da più giocatori di campo e da un portiere. Per squadra possono trovarsi contemporaneamente sul campo di gioco al massimo tre giocatori (campo piccolo) o cinque giocatori (campo grande) di campo e un portiere. Il portiere può essere sostituito da un giocatore di campo (ciò succede quando una squadra ha l’urgente bisogno di segnare una rete, di solito quella del pareggio. Questa sostituzione si effettua nella maggior parte dei casi negli ultimi minuti di una partita).
Durata della partita: Le partite vengono giocate in 3 tempi da 20 minuti. Nelle categorie giovanili si effettuano 2 tempi da 20 o da 15 minuti. L’inizio del gioco avviene a centro campo tramite ingaggio.
Sostituzione dei giocatori: Un giocatore, portiere compreso, può essere sostituito in ogni momento. Il giocatore può entrare in campo solo dopo che l’altro è uscito dal terreno di gioco. Una cambio scorretto viene punito con 2 minuti di penalità.
Ingaggio: Un ingaggio può essere effettuato al centro del campo (ad inizio gara o in seguito ad una rete) oppure in uno dei sei punti d’ingaggio. Due giocatori avversari si posizionano sul punto d’ingaggio faccia a faccia, con la pallina che giace sul punto d’ingaggio e con le mani sui rispettivi bastoni. Le palette dei bastoni devono appoggiare sul pavimento parallele nonché perpendicolari alla linea di metà campo, senza però toccare la pallina. Tutti gli altri giocatori devono trovarsi almeno a due metri dal punto d’ingaggio. Con un fischio dell’arbitro la pallina viene messa in gioco.
Palla fuori campo: Se la pallina esce dal campo oppure viene a contatto con un oggetto sopra il campo, viene assegnata una punizione alla squadra che ha toccato per ultima la pallina. Questa ha luogo sul posto ad una distanza di 1 metro dalla balaustra.
Punizione: Viene effettuata direttamente dal luogo dell’infrazione commessa. Le punizioni per le infrazioni effettuate dietro la linea prolungata della porta vengono eseguite dal punto d’ingaggio più vicino. L’avversario, compreso il bastone, deve allontanarsi subito di almeno 2 metri (campo grande 3 metri). Qualora non lo facesse, egli riceverà una penalità di 2 minuti.
Tiro di rigore: Quando un’infrazione ostacola una chiara occasione di rete, la squadra danneggiata potrà usufruire di un tiro di rigore. Il tiratore parte da centrocampo. Il portiere potrà abbandonare la linea di porta dopo che il giocatore avrà toccato la pallina, la quale deve sempre muoversi in avanti durante l’esecuzione del rigore. Un tiro supplementare non è permesso. In caso di mancata segnatura avrà luogo un ingaggio da metà campo.
Infrazioni con il bastone: Non è ammesso colpire con il proprio bastone il bastone o il corpo dell’avversario. Infrazioni ripetute oppure entrate dure vengono puniti con una penalità di 2 o 5 minuti.
Bastone alto: Il bastone non può essere alzato oltre l’altezza dell’anca e la pallina non può essere colpita con il bastone oltre l’altezza del ginocchio. Dopo un tiro il bastone può essere alzato in avanti oltre l’altezza dell’anca se nelle immediate vicinanze non vi è alcun giocatore avversario, in caso contrario è prevista una sospensione momentanea.
Utilizzo del corpo: Durante la competizione è ammesso coprire la pallina con il corpo, come pure una leggera spinta con le spalle. È invece proibito: trattenere, spingere con le mani, colpire con il gomito, fare ostruzione o dure entrate da tergo. Trattenere o attaccare rudemente un avversario è punito sempre con 2 o 5 minuti di penalità.
Gioco con il piede: La pallina può essere toccata con il piede, ma non può essere passata ad un compagno. Colpire più di tre volte la pallina con il piede, senza che il bastone la tocchi, è vietato.
Gioco con la mano, il braccio e la testa: Non è ammesso giocare intenzionalmente la pallina con la mano, il braccio o la testa. Questa infrazione è punita con 2 minuti di penalità. È vietato anche saltare e toccare la pallina senza avere un piede sul pavimento.
Gioco a terra: Un giocatore può avere contatto con il pavimento solo con i suoi piedi e con un ginocchio. Se viene a contatto con il pavimento con qualsiasi altra parte del suo corpo, e gioca intenzionalmente la pallina, commette un’infrazione: è punito con 2 minuti di penalità. È particolarmente vietato gettarsi durante un tiro avversario.
Vantaggio: Se una squadra in possesso della pallina subisce una infrazione, ma mantiene il controllo della pallina, il gioco non viene interrotto (vantaggio), dopo il terzo vantaggio il gioco viene immediatamente interrotto, viene comminata una penalità, e si riprende con una punizione a favore della squadra che ha subito il fallo. Se l’azione si svolge poi correttamente e l’avversario non si impossessa immediatamente della palla e la situazione è effettivamente vantaggiosa il gioco prosegue. Il vantaggio è dato anche in caso di infrazioni che portano a una penalità (penalità differita), in questo caso il portiere può abbandonare la porta per andare in panchina e dare la possibilità di far entrare un giocatore di movimento in più, appena la situazione di vantaggio termina (quando il giocatore avversario si impossessa della palla), il gioco è interrotto e la penalità sanzionata.
Il portiere: Il portiere gioca senza bastone. Nella sua azione di difesa della porta è libero di muoversi finché l’azione è finalizzata sulla pallina. Egli può trattenere la pallina solo se almeno una parte del suo corpo si trova all’interno dell’area di porta. Se egli blocca la pallina per oltre 3 secondi, l’avversario ha diritto ad una punizione indiretta da 3,5 metri dell’area protetta. Il portiere non può essere ostacolato durante la rimessa della pallina. La pallina, lanciata dal portiere, non può superare la linea centrale senza che abbia toccato il pavimento prima di metà campo, o un giocatore di movimento, o il suo equipaggiamento. Il portiere non può toccare con le mani un passaggio ricevuto da un compagno di squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

FloorballItalia © 2001-2016 Frontier Theme